home ARTICOLI, ESCHE Il “buffet” delle carpe

Il “buffet” delle carpe

Sbagliato convincersi che le palline piacciano a tutte le carpe allo stesso modo perché non è così: le esche piacciono in modi diversi

Il buon Fabio Gerratana mi ha aperto gli occhi. L’ho sentito parlare per la prima volta di “buffet” una volta che eravamo a pesca insieme. Non c’entravano cibi e bevande, parlava di carpe. Sì, perché come noi, anche le carpe hanno un loro “gusto”. Non è detto che la pallina alla fragola piaccia a tutte, così come quella al pesce può non piacere a qualche esemplare. Ci convinciamo, chissà come mai, che le palline piacciano a tutte le carpe allo stesso modo, ma non è così. Altrimenti non si spiegherebbero tutti quei gusti e quei “modelli” sugli scaffali dei negozi! Entriamo in un’altra ottica di ragionamento: se ci invitano a un party e, una volta dentro, nel tavolone del buffet troviamo solo pizzette, come ci sentiremmo? Bene, all’inizio, perché abbiamo fame e ne mangiamo a volontà. Ma dopo qualche minuto, con la pancia mezza piena, cominciamo a sentire un po’ di nausea. Ci viene voglia di riso freddo, di una tartina, di un pezzo di carne, di un cioccolatino. La dieta è composta da diversi elementi, e anche da diversi gusti! Vivreste mai di sole caramelle? Credo di no. Però le caramelle piacciono a tutti, o sbaglio? Ebbene, applichiamo questo ragionamento alle carpe: se io, nelle mie pescate, creo letti di esche tutti uguali, con esche identiche per gusto e diametro, come si potrebbero comportare le carpe? Esattamente come noi appena arrivati al party: le più affamate inizierebbero a mangiare ma dopo un po’ si stuferebbero della stessa roba. Se ne andrebbero, cercando altro. Altre carpe, invece, per le quali il cibo offerto non incontra il loro gusto, proprio non si avvicinerebbero al nostro spot. Qui interviene la nostra strategia, che va cambiata radicalmente: introduciamo più esche diverse nella pasturazione, in modo da abituare le carpe a cibi diversi e al contempo avere più chance di incrociare il gusto di esemplari diversi. A questo punto entra in gioco una domanda:  ma se uso in pastura 3 boilie diverse, quale metto sul rig? Io rispondo: anche una di plastica va bene. A buon intenditor…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *